MOVIMENTO TERRA

movimento-terre.jpg

TERRE ARMATE

terre-armate.jpg

 REGIMAZIONE ACQUE

regimazione-acque.jpg

MURI A SECCO

 muri-a-secco.jpg

Gli scavi consistono nell'asportazione o movimento di terra per la costruzione di opere strutturali per cui serve un'ampia area di terreno spianato a livello.

Gli scavi che esegue l'impresa salentina possono essere anche di natura ambientale nel caso di opere di bonifica di un suolo contaminato, che implica la dismissione del terreno.

Gli scavi sono effettuati anche nel caso della costruzione o manutenzione di opere idriche o per il passaggio di tubi, come nelle opere di metanizzazione o installazione fibra ottica nella città.

Il movimento terra tramite escavatori è fondamentale nelle opere di urbanizzazione per creare gallerie e sottopassaggi, per migliorare la viabilità.

Per movimento terra s'intende lo scavo, lo spianamento, il carico, il trasporto di inerti.

Questo processo avviane soprattutto nel caso di demolizioni, ovvero nel trasporto dei materiali inerti eliminati presso il deposito di riciclaggio; o nel caso di trasporto di rifiuti speciali verso il reparto di stoccaggio.

Il movimento terra permette un agevole trasporto con grossi automezzi di materiale inerte nell'attività di commercio di ghiaia, pietrisco, cemento, calcestruzzo, sabbia, utilizzati per le opere di costruzione.

La nostra azienda possiede il personale, i mezzi e le attrezzature per poter soddisfare le più ricercate esigenze che il mercato può richiedere.

Nel corso della nostra attività abbiamo maturato eperienza ad ampio raggio operando nelle condizioni più diverse, mettendo a frutto nuove tecnologie al servizio di crescenti esigenze di Sicurezza e Tempestività.
L’intervento è spesso richiesto da enti pubblici o privati sia mediante l’aggiudicazione di gare d’appalto sia mediante affidamento diretto di lavori.

La terra armata è una tecnologia impiegata per le opere di sostegno delle terre, messa a punto nel 1966 dall'ingegnere Henri Vidal a Parigi[senza fonte], che permette di realizzare spalle di ponte e muri di sostegno per strade, autostrade e ferrovie.

La terra armata si compone di due elementi costruttivi essenziali:

  • il terreno di riempimento (normalmente quello presente sul sito di costruzione), che conferisce all'opera la resistenza alla compressione e un'aliquota di resistenza al taglio;
  • i rinforzi o armature (piatti ad aderenza migliorata di acciaio), che conferiscono resistenza a trazione, ovvero resistenza al taglio del terreno stesso.

Si può avere un paramento esterno verticale in pannelli prefabbricati cruciformi a vista o rivestiti in pietra, oppure un paramento in pannelli costituiti da reti metalliche rinverdibile inclinato. Nel secondo caso si parla più propriamente di terratrel o terra rinforzata.

L’attività di regimazione idraulica, consiste nello studio, analisi e monitoraggio sul campo, dell’intero territorio, in ordine ad una corretta regimazione idraulica.
Inoltre, questo servizio è finalizzato alla predisposizione di uno strumento a cui riferirsi, che definisca prescrizioni, attuazioni e modalità di controllo per una corretta e costante manutenzione del territorio con il completamento del piano di protezione civile, volto alla prevenzione e gestione dei rischi di varia natura gravanti sul territorio e per la tutela della popolazione.
Ad esempio: regimazione delle acque di pioggia al fine della gestione dei deflussi in ambito urbano relativamente alla progettazione e costruzione delle fognature bianche nei centri urbani ad andamento planimetrico pianeggiante, soggetti a frequenti allagamenti e ad una adeguata progettazione dei profili stradali (cunette, tombini, ecc.) nei centri urbani collinari o montani in cui le elevate pendenze creano altri tipi di problemi.

Il muro a secco è un particolare tipo di muro costruito con blocchi di pietra opportunamente disposti senza uso di leganti o malte di alcun genere.

Il muro a secco è stato il primo esempio di manufatto umano ed è presente in tutte le culture del pianeta. Rappresenta infatti il primo tentativo di modificare l'ambiente per ricavarne un qualsiasi uso; sia per costruire un riparo che per delimitare un luogo. È presente nelle costruzioni religiose, come nel caso degli altari costruiti dai patriarchi ebrei di cui si parla nella Bibbia, che nei nuraghes della Sardegna. Le mura delle città più antiche sono costruite con blocchi enormi incastrati a secco, come pure le Piramide a gradoni dell'America Latina. Gli antichi greci e poi i romani costruivano muri a secco, sia perché erano più economici sia perché più facili da costruire. Per questa ragione anche in Grecia e nei paesi balcanici si possono ancora trovare tali manufatti. I Celti utilizzavano, a protezione dei loro insediamenti, quella particolare costruzione di cui Cesare fu testimone durante la sua campagna gallica e a cui darà il nome di murus gallicus.